Ransomware
Se i vostri file sono stati criptati, accettiamo la sfida di analizzare il vostro caso.

Spook Ransomware

Il ransomware Spook è un derivato del ransomware Prometheus, che a sua volta è un derivato del ransomware Thanos. Questo è un buon esempio di come agiscono alcuni gruppi di ransomware.

Gli attacchi costanti possono portare al gruppo un’attenzione indesiderata da parte delle autorità. Quando questo accade, le attività del gruppo vengono chiuse e, dopo qualche tempo, le stesse tattiche usate dal gruppo tornano ad essere usate da un altro gruppo appena creato.

C’è la possibilità che il gruppo venda il ransomware a un altro gruppo, che cambia il nome e continua con gli attacchi, questo campo è ancora molto nebuloso, ci sono solo deduzioni di come agiscono i gruppi dopo la chiusura delle attività, ma è strano che tre ransomware, in sequenza, seguano lo stesso processo e siano basati sullo stesso programma.

Di questi tre ransomware quello che è attivo oggi è il ransomware Spook, la sua prima apparizione è avvenuta nel settembre 2021. Il gruppo ha un sito web, non solo per far trapelare i file, ma anche per esporre le aziende, che anche se pagano il riscatto avranno il loro nome nella lista delle vittime sul sito web, il gruppo ostenta i suoi attacchi come trofei, per mostrare la sua forza.

Come il suo predecessore, dopo aver fatto irruzione nel sistema il ransomware spegne qualsiasi programma che potrebbe impedire la crittografia completa dei file. La cosa interessante è che anche se il dispositivo è disconnesso da internet la crittografia continua normalmente, senza alcun tipo di interruzione.

Gli attacchi del gruppo sono diretti a obiettivi aziendali, questo non impedisce agli individui di essere attaccati pure, gli obiettivi aziendali sono i più redditizi per i criminali informatici.

Spook Ransomware

Recuperare i File Criptati dal Spook Ransomware

Digital Recovery è specializzata nel recupero di file che sono stati parzialmente o completamente criptati dal ransomware Spook. Questo recupero è possibile perché siamo riusciti a sviluppare software e hardware in grado di ricostruire i file direttamente dal disco rigido, questo recupero è fatto senza la necessità della chiave di decrittazione.

Possiamo recuperare quasi tutti i dispositivi di archiviazione: HD, SSD, sistemi RAID, database, macchine virtuali, server e altri.

Il recupero è fatto da professionisti altamente qualificati, che hanno a disposizione gli strumenti più sofisticati del mercato.

Durante tutto il processo lo specialista accompagnerà il cliente, un flusso di feedback sarà concordato tra i due, in modo che siano costanti e il cliente non sia lasciato all’oscuro in nessun momento del processo.

Sappiamo che avere i file bloccati per molti giorni può essere molto dannoso finanziariamente per l’azienda, quindi abbiamo sviluppato la modalità di recupero di emergenza, in questa modalità i nostri laboratori operano in modalità 24x7x365.

Tutti i nostri processi sono supportati dalla Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e dall’accordo di riservatezza (NDA).

Siamo a tua disposizione, contatta subito i nostri esperti.

FAQ sul Recupero dei Ransomware

Ogni giorno, gli attacchi ransomware diventano sempre migliori. Dopo un tentativo di attacco riuscito, il ransomware mappa rapidamente i file più importanti dell’utente per iniziare la crittografia. I file di Microsoft Office, i database, i PDF e il design sono tra i suoi obiettivi principali.
Il ransomware è progettato per essere impercettibile, quindi può disattivare tutte le difese del sistema senza essere notato e iniziare il processo di crittografia dei file. Anche se il ransomware può passare inosservato dal sistema, può comunque essere notato dall’utente, perché il ransomware usa le risorse del sistema per fare la crittografia, e questo può rallentare il sistema. Il ransomware cambia anche le estensioni dei file. Quindi state attenti a questi segni: Rallentamento del sistema e aggiunta di estensioni ai file. Per saperne di più, parla con i nostri esperti.
Sì, è possibile. È possibile riavviare il computer in modalità provvisoria che limiterà l’azione del ransomware poiché le risorse di sistema saranno bloccate. Puoi anche disconnettere il computer da Internet che può interrompere la connessione degli hacker al tuo sistema, vale la pena ricordare che ci sono ransomware che funzionano anche senza essere collegati a Internet. Puoi anche avviare la diagnostica per identificare le minacce con il tuo antivirus, la stragrande maggioranza degli antivirus ha questa funzione. Ma ci sono casi in cui la crittografia è stata interrotta dall’utente, alcuni file erano già stati colpiti e questo ha causato un errore nella crittografia e anche gli hacker non hanno potuto ripristinare i file, anche con la chiave di decrittazione. In questi casi solo una società di recupero dati, come Digital Recovery, può recuperare i file. Per saperne di più, parla con i nostri esperti.
Sì, gli attacchi di solito avvengono principalmente nei giorni festivi e nei fine settimana durante le prime ore del mattino. Questi giorni vengono scelti perché non ci sono molti utenti attivi sul sistema, il che impedisce che l’attacco venga scoperto prima che la crittografia sia completata. Per saperne di più, parla con i nostri esperti.
La maggior parte dei ransomware utilizza la crittografia RSA [Rivest-Shamir-Adleman]-2048 e AES [Advanced Encryption Standard]. Per saperne di più, parla con i nostri esperti.
Prima di tutto, non pagate il riscatto. Non importa cosa dicono gli hacker, non c’è alcuna garanzia che la chiave di decrittazione sarà effettivamente rilasciata dopo il pagamento del riscatto. La prima cosa da fare è informare le autorità dell’attacco, i governi hanno dipartimenti specializzati in crimini informatici che indagheranno sull’attacco. Dopo di che, controllate se i vostri backup sono stati colpiti, se lo sono stati, solo una società specializzata nel recupero dati può recuperare i vostri file, questo è il passo successivo. Contattate Digital Recovery che vi assisterà nel recupero completo dei vostri file. Per saperne di più, parla con i nostri esperti.
Dopo averci contattato e aver inviato il supporto interessato, faremo una diagnosi del dispositivo per verificare l’entità del danno causato dal ransomware, con questo possiamo proiettare la durata del processo, e fornire il budget al cliente. Dopo che il budget è stato approvato dal cliente, iniziamo il processo di recupero, per questo abbiamo un software esclusivo che può, con l’aiuto dei nostri specialisti, ricostruire i dati. Se il cliente opta per il recupero a distanza, invece di inviarci il supporto, invierà i file criptati in un ambiente virtuale, totalmente sicuro, affinché possiamo accedervi. Alla fine del processo faremo un doppio controllo affinché il cliente possa verificare l’integrità dei file recuperati. Il pagamento viene effettuato solo dopo la consegna dei file e la convalida degli stessi da parte del cliente. Per saperne di più, parla con i nostri esperti.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Redação Digital Recovery
Redação Digital Recovery
Team Digital Recovery è composto da specialisti del recupero dati che, in modo semplice, si propongono di portare informazioni sulle ultime tecnologie presenti sul mercato, oltre a informare sulla nostra capacità di agire negli scenari più complessi di perdita di dati.
Siamo sempre online
Compila il modulo e ti contatteremo per iniziare il recupero dei tuoi dati.
icone-cruz-circulo

Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui e mediante le sue lividure noi siamo stati guariti.